PIENA SOLIDARIETA’ A UGO PREZIOSI, VITTIMA DI UN ATTO VIGLIACCO E FASCISTA

PIENA SOLIDARIETA’ A UGO PREZIOSI, VITTIMA DI UN ATTO VIGLIACCO E FASCISTA
Piena solidarietà all’amico Ugo Preziosi, vittima di un atto meschino, vigliacco e fascista. Gesto commesso nell’ombra, a conferma che queste azioni sono il tratto caratteristico di persone che non hanno né il coraggio né la capacità di esprimere civilmente e alla luce del sole le proprie opinioni. Un’azione gravissima che niente ha a che vedere con la diversità di opinioni e con le regole della normale convivenza.

Chi inneggia sempre più spesso anche sui social alla controcultura fascista deve essere individuato e deferito alle forze dell’ordine. Serve essere capaci di indignarsi civilmente, ciascuno per quanto gli compete, senza rifugiarsi nell’autoassoluzione, pensando che tanto provvederà qualcun altro, che tanto ci penseranno gli altri! …ma gli altri chi?

Chi se non noi, noi che teniamo così tanto a ogni nostra libertà, anche e soprattutto quella di opinione, donata al prezzo della vita di tanti Italiani partigiani e non solo.

Riteniamo che questi episodi, come quelli accaduti alla sede dell’Anpi a Cremona, non siano da sottovalutare o da liquidare come semplici bravate, al contrario, sono il segno della degenerazione del clima sociale, della troppa tolleranza e dell’insopportabile doppiezza di chi professa la violenza. Ci uniamo all’invito dei tanti che chiedono a Ugo di continuare nella sua appassionata azione dimostrandogli, anche con questo semplice gesto, che non sarà mai solo, e che le nostre appassionate e vivaci discussioni spesso con visuali diverse sono momenti per noi importanti.

Siamo fiduciosi che chi sa, sappia aiutare le Forze dell’ordine ad indagare, individuare e punire in modo esemplare chi si è reso responsabile di questo atto.

Cgil provincia di Livorno
Fiom-Cgil provincia di Livorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.