Tutele sindacali

La Confederazione Generale Italiana del Lavoro (CGIL) è un’organizzazione sindacale generale di natura programmatica, unitaria, laica, democratica, plurietnica, di donne e uomini. Ripudia e combatte ogni forma di molestia, discriminazione e violenza contro le donne e per orientamento sessuale ed identità di genere. Ripudia fascismo e razzismo, sostiene i valori e i principi di legalità e contrasta con ogni mezzo le associazioni mafiose, terroristiche e criminali. Promuove la lotta contro ogni forma di discriminazione, la libera associazione e l’autotutela solidale e collettiva delle lavoratrici e dei lavoratori dipendenti o eterodiretti, di quelli occupati in forme cooperative e autogestite, dei parasubordinati, degli autonomi non imprenditori e senza dipendenti, dei disoccupati, inoccupati, o comunque in cerca di prima occupazione, delle pensionate e dei pensionati, delle anziane e degli anziani.
L’adesione alla CGIL è volontaria e comporta piena eguaglianza di diritti e di doveri nel pieno rispetto dell’appartenenza a gruppi etnici, nazionalità, lingua, orientamento sessuale, identità di genere, culture e formazioni politiche, diversità professionali, sociali e di interessi, dell’essere credente o non credente.
La CGIL basa i propri programmi e le proprie azioni sui dettati della Costituzione della Repubblica e ne propugna la piena attuazione, considerando la pace tra i popoli bene supremo dell’umanità.
La CGIL ispira la propria azione alla conquista di rapporti internazionali per i quali tutti i popoli vivano insieme nella sicurezza e in pace, impegnati a preservare durevolmente l’umanità e la natura, liberi di scegliere i propri destini e di determinare le proprie forme di governo, di trarre vantaggio dalle proprie risorse, nel quadro di scambi giusti e rivolti al progresso e allo sviluppo equilibrato tra le diverse aree del mondo, a partire da un rapporto equilibrato tra i Paesi industrializzati e quelli del Sud del mondo, ad un nuovo ordine economico, ecologico, culturale e in materia di diritti umani.
La CGIL considera la solidarietà attiva tra i lavoratori di tutti i Paesi, e le loro organizzazioni sindacali rappresentative, un fattore decisivo per la pace, per l’affermazione dei diritti umani, civili e sindacali e della democrazia politica, economica e sociale, per l’indipendenza nazionale e la piena tutela dell’identità culturale ed etnica di ogni popolo.
La CGIL ispira a questi indirizzi la propria partecipazione alle attività della Confederazione Sindacale Internazionale, proponendosi di contribuire alla sua affermazione per la promozione, la difesa ed il consolidamento delle organizzazioni sindacali rappresentative in tutto il mondo e per l’esercizio di un autonomo e indipendente ruolo sindacale nei confronti dei governi e delle Istituzioni politiche, economiche e finanziarie internazionali.
La CGIL considera l’unità dei lavoratori e la democrazia sindacale – e, in questo quadro, l’unità delle confederazioni – valori e obiettivi strategici, fattori determinanti di rafforzamento del potere contrattuale del sindacato e condizione per la tutela e promozione dei diritti, per la realizzazione degli obiettivi di eguaglianza e solidarietà sociale, per la difesa dell’autonomia progettuale e programmatica del sindacato.

Coordinatore dipartimento Immigrazione
Rehxep Paja: 340.8030303

Diritti dei Lavoratori e tutela sindacale

Le Lavoratrici e i Lavoratori nel nostro paese stanno vivendo una fase di estrema difficoltà con salari e diritti che vengono erosi e messi in discussione giorno dopo giorno; oggi in Italia milioni di lavoratori vivono sulla soglia di povertà e non hanno soldi per permettersi le cure.
La CGIL reputa fondamentale lavorare per ricomporre la frammentazione del mondo del lavoro, elaborando rivendicazioni unitarie e collettive per far valere i diritti di tutti i lavoratori, e promuovendo consapevolezza tra i lavoratori migranti rispetto ai diritti e le tutele che gli devono essere garantite.
La CGIL con le sue 12 federazioni mette a disposizione di tutti i lavoratori competenze in ogni settore di lavoro in grado di garantire a tutti supporto sindacale per contrastare, la dove si creano, situazioni di sfruttamento e di lavoro nero.

FILCTEM (chimica, ceramica, gomma plastica, tessile, energia, gas, acqua): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FILLEA (edilizia, legno e affini): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FILT (trasporti, facchinaggio e logistica): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FILCAMS (Commercio, turismo e servizi): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FIOM (metalmeccanica e cantieristica): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FISAC (credito e assicurazioni): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FLAI (alimentari e agricoltura): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FLC (Scuola, Università e ricerca): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
FP (Stato, enti locali, coop sociali e sanità): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
NIDIL (lavoratori in somministrazioni, autonomi, collaboratori): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
SILP (lavoratori di polizia): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
SLC (grafica, telecomunicazioni, poste): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b
SPI (pensionati): j65e32bj65e32bj65e32bj65e32bj65e32b